You are not connected. The newsletter may include some user information, so they may not be displayed correctly.

Cosa c'è di nuovo / Maggio

Cosa c'è di nuovo / Maggio

Cosa c'√® di nuovo‚Äć

[Leprotti & topastri]¬†Del carcere di Bollate si dice un gran bene. La pena che deve tendere al reinserimento sociale (art.27 della Costituzione), il rispetto di diritti e dignit√† degli¬†ospiti,¬†l'attenzione particolare all'istruzione e al lavoro dei detenuti. E anche la cura - insolita in un carcere - dell'ambiente. A Bollate da tanti anni si fa la raccolta differenziata, gli spazi verdi non vengono trattati come una discarica e pochi giorni fa √® stato messo a dimora un sistema agroforestale multistrato realizzato da¬†Soulfood Forestfarms Hub Italia con la collaborazione dell'Universit√† Statale di Milano.¬†Se cos√¨ non fosse, difficilmente Cascina Bollate avrebbe potuto sopravvivere. Infatti, dopo quasi 20 anni, si √® allargata tanto da occupare¬†(che il termine non induca in errore: in comodato d'uso gratuito)¬†pi√Ļ di un ettaro di terreno demaniale con le proprie piante e quasi 3000 mq di un giardino all'ingresso del carcere. Qualcuno di voi forse l'ha intravisto, giacch√© il vivaio √® aperto al pubblico¬†qualche giorno alla settimana¬†senza grandi formalit√† carcerarie (altra eccezione nel sistema penitenziario italiano). Ma sicuramente non ha visto la quantit√† di leprotti che hanno eletto a dimora una grande Rosa banksiae 'Lutea' (nella foto) e saltabeccano nell'erba alta insieme a una piccola colonia di gatti randagi e a qualche riccio. Con loro ci sono anche i topi. Purtroppissimo non Ratatouille n√© topolini di campagna. Topastri. Come tutti gli animali (anche quelli socialmente pi√Ļ accettabili come leprotti, scoiattoli o ricci) conquistano i territori lasciati liberi dagli esseri umani per trovare cibo e riparo. E il carcere √® un bed and breakfast di buona qualit√†. Nei prati in cui nessuno passa (perch√© i detenuti non stanno l√¨ quando escono "all'aria") si possono scavare delle confortevoli tane. Nei micro boschetti che qua e l√† sono cresciuti spontaneamente si pu√≤ fare un picnic con pane e altro cibo lanciato dalle finestre delle celle. Cos√¨ si fa strada l'idea che alberi e arbusti diano riparo ai topi. E non riuscendo a far strage dei secondi si abbattono i primi. Finito il quadro idilliaco di un carcere al di sopra di ogni sospetto.¬†


Foto di copertina: Rosa banksiae 'Lutea', la casa dei leprotti (Ph. Andrea D'Ascola)


[Cogliere l'attimo] I fiori di campo, anche quando riescono a sfuggire alla malasuerte (speculazione edilizia, diserbanti etc etc), hanno vita breve: fioriscono per qualche giorno o qualche settimana e prima di scomparire lasciano i semi al vento.¬† Dipsacus sativus ssp. fullonum ÔĽŅnon fa eccezione: fioritura rapida e indolore (mica tanto perch√© gambo e fiori sono spinosetti), ma poi il fiore appassito resta, eretto e importante, fino alle soglie dell'inverno. Un po' come succede al papavero che a lungo tiene le capsule gonfie di semi.¬†¬†Come altri fiori di campo Dipsacus si autodissemina con grande facilit√†: comperato una volta, non ve ne libererete pi√Ļ. Che detto cos√¨ sembra una minaccia ma a voler ben vedere √® un meraviglioso regalo che ogni anno vi fa¬†il giardino.¬†

Per completezza d'informazione: 1/Dipsacus è una pianta biennale e fiorisce al secondo anno dopo la semina 2/ il nome popolare è Cardo dei lanaioli perché in tempi remoti i capolini servivano per cardare la lana 3/è pianta amatissima dalle api.

Ph. Marianna Merisi e Cristian Coada


[Navigare in giardino] Quante belle siepi avete visto in giro? Poche, probabilmente. Come se la siepe non facesse parte del giardino e fosse soprattutto un modo per segnare un confine, per non farsi vedere da chi passa per strada. Quindi, che sia come sia. L’importante è che costi poco. Largo a arbusti di poco prezzo e crescita veloce da piantare con un sesto d’impianto discutibile, a voler essere gentili. Chissà quanti chilometri di lauro ceraso o di photinia messi in fila ci sono nella ridente Brianza, tanto per stare in zona? La prossima volta che vi viene in mente di nascondervi dietro a una siepe, almeno fatelo con arbusti che si prestino per modalità di crescita, struttura e forma. Trovate tutte le informazioni che vi servono qui: Hedgeplants, ovvero il giardino oltre la siepe. 


Vivaio aperto a maggio. Chiuso il 10 e il 12 per Orticola (noi, allo stand 38)

Aperture di maggio, oltre al tradizionale mercoledì e venerdì pomeriggio dalle 14 alle 18, siamo aperti anche l'ultimo sabato del mese, alla mattina. A maggio, il 27 dalle 10 alle 13. Ecco cosa fare per entrare in carcere (solo nel vivaio, però).

La newsletter finisce qui per quasi tutti. A meno che qualcuno sia in cerca di idee per davanzali e balconi.  Nel caso, basta leggere qui sotto.

Il kit di maggio

Metti che ci sia sul balcone qualche vaso vuoto ma non sai cosa farne, metti che navigare on line sì ma solo se è indispensabile, metti che vedere due-fiori-due e magari qualche bacca potrebbe essere un piacere. E che occuparsene un po’  un modo gradevole per passare il tempo. Metti che Cascina Bollate proponga 3 piante che insieme possono funzionare e che magari facciano anche venir la voglia di continuare. Perché no? Questo è il kit di maggio. 

Ci sentiamo tra un mese. Grazie di aver letto fino a qui.

"√ą veramente una croce procurarsi i fiori. A¬† marzo, di solito, il vivaista non evade il vostro ordine perch√© magari gela e le colture non sono ancora fuori; in aprile ugualmente non lo evade perch√© ha troppi ordini; a maggio non lo evade perch√© ormai¬†ha venduto quasi tutto."

(Karel ńĆapek¬† 'L'anno del giardiniere' Sellerio editore, 2008)¬†¬†


Se questa newsletter ti √® piaciuta o pensi che possa interessare a qualcuno che conosci, inoltrala via email oppure condividila via Facebook.ÔĽŅ

Se‚Äć ti hanno inoltrato questa newsletter, puoi iscriverti qui.


Siamo il vivaio nel carcere di Bollate a Milano.

Cascina Bollate √® una cooperativa sociale in cui lavorano giardinieri liberi e¬†giardinieri detenuti che imparano un mestiere che d√† un senso alla loro pena, finch√© sono dentro,¬† e una chance al loro futuro, quando usciranno. Perch√© imparare un lavoro in carcere √® un buon modo per non tornarci pi√Ļ.



Ricevi questa newletter perch√® ti sei iscritto sul sito di Cascina Bollate o perch√® ti √® stata inoltrata. Se non vuoi pi√Ļ riceverla , puoi disiscriverti qui ma ci mancherai!

 

Copyright © 2023 Cascina Bollate All rights reserved

Questa mail e gli allegati sono strettamente confidenziali e per uso esclusivo dei soggetti in indirizzo. Questi ultimi sono gli unici legalmente autorizzati. Se avete ricevuto questa mail per errore siete pregati di informare immediatamente il mittente e distruggere la mail e i documenti in essa contenuti. Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, si informa l'interessato che i dati ricevuti saranno oggetto di trattamento effettuato mediante l'ausilio di supporti informatici e/o cartacei, per le finalità inerenti l'attività professionale. In ogni caso l'interessato ha la facoltà di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. In relazione a quanto sopra l'interessato presta il proprio consenso al trattamento.